Valentine’s day

L’immagine è la stessa usata da Google lo scorso anno per San Valentino.

L’autore è americano, di lui so quasi niente, ma i suoi lavori fanno sorridere e aprono scenari sul passato, di cui si ha, a volte, nostalgia.

La composizione grafica è semplice, essenziale, geniale!

Finalizzata a ciò che si vuol esprimere. Con grande equilibrio ed efficacia.

I due ragazzetti che guardano la luna sono ritratti di spalle, e basta questo a creare una bolla di intimità da cui tutto e tutti sono esclusi.

La precaria panchina su cui siedono rende ancora più magico il momento.

Vengono da un pomeriggio in libertà, ci sono gli indizi, la canna da pesca giace infruttuosa vicino al barattolo vuoto delle esche, fiori di campo

ancor freschi ciondolano dalla mano della ragazzina.

Ma ora sono intenti a coglier l’oro della luna che grassa sorge all’orizzonte,  incornicia le giovani teste dei precoci innamorati, quasi si avverte l’incanto che lo spettacolo dell’alba della luna spande sul mondo, con la sua luce.

La figura del ragazzino è tutta in tensione, il braccio che cinge la bambina, il fazzoletto che fuoriesce dalla tasca e soprattutto la nuca, parlano di mascolinità bonaria, gentile e volitiva con cui di certo aggredisce il mondo.

La ragazzina, treccine ed abituccio morbido, è in abbandono… belle le spalle del ragazzino, chiunque si lascerebbe andare a tanta protezione…la testolina è dritta, denota carattere e complicità, ma le gambe, i piedi hanno ceduto alla dolcezza e le scarpe risuolate, troppo grandi per così gracile figura, la mettono in balia dell’abbraccio e della luna.

Fa da contrappeso alle grossolane scarpe della bambina, il cane con la sua espressione paziente e perplessa propria della razza dei canini, testimone fedele e silenzioso delle bizzarrie del suo padrone.

E l’incredulità di tanto trasporto, la nota ironica, irriverente, a tanto serioso far da grandi, è affidata…a una toppa, sì, a una semplice pezza al culo…

Sarebbe interessante ipotizzare il loro futuro, scommettere sulla durata dell’incanto, illudersi che siano invecchiati insieme, plenilunio dopo plenilunio, toppa sopra toppa… che ne dite?

 

13 febbraio 2012-02-13                                              Wilma Vedruccio

Questa voce è stata pubblicata in Pensieri in volo. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Valentine’s day

  1. barderanno scrive:

    Codesto post mi trova senza dubbio d’accordo. Generalmente il blog
    http://www.wiver.it è postoveramente come si deve, lo seguo con passione.
    Complimenti, a presto!

    maggiori suggerimenti consultabili qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *