Grumi di memoria

Rincorro grumi di memoria e vorrei poterli sciogliere…

Tutte le volte che si provava a guardare indietro, a recuperare il passato, nulla, non riusciva ad afferrare nulla, solo grumi di memoria.

 

Crisalide di Macaone di R. Castrignano

 

Tutto ciò che era stato, che lei pensava lì fermo ad attendere, come i libri in una biblioteca sempre pronti a esser consultati, a rivelare ciò che s’era già rivelato, già più non c’era, dissolto.

 

R. Castrignano ph

 

Non le riusciva mai di padroneggiare a lungo un’esperienza, pezzi di vita che lei pensava di possedere (in fin dei conti, erano suoi!) le venivano rubati dal trascorrere del tempo, la scordanza li polverizzava.

 

Incontri mattutini…di R. Castrignano

 

Anche il passato recente le sfuggiva.

Icaro di R. Castrignano

 

Aveva così, pian piano, imparato a tener fermi dei punti, pochi, i fondamentali e quasi li inchiodava nella mente, le date, le immagini migliori, i sentimenti più intensi scritti sulla carta, e affidava a questi il compito di salvare l’esperienza dal mulino del tempo, quali depositari delle sue ricchezze. Inutilmente. Dopo un po’ di tempo, riguardava indietro e ritrovava grumi di memoria.

 

Ninfa del corbezzolo di R. Castrignano

 

tratto da LA CASA DEL SALE Storie di un altro Salento di Wilma Vedruccio, Ed. Kurumuny

Foto gentilmente concesse da Rocco Castrignano con cui Wilma si accompagnava nell’osservazione delle farfalle insieme all’amico Fabio Protopapa e Giusy De Santis Minutello nelle campagna otrantina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *