QUALE BAMBOLOTTO SMARRITO

Quale bambolotto smarrito che la marea ci riporta indietro, il bimbo spiaggiato, con quelle suole in primo piano quasi nuove. Non ha fatto in tempo a consumarle, breve il suo cammino nelle strade della vita.

Il mare non lo ha sciupato, ha avuto rispetto di un cucciolo d’uomo ed il soldato lo ha raccolto dalla battigia, con l’attenzione e la tenerezza riservata ai bimbi appena nati, che ti sfuggono di mano.

Ed è sfuggito di mano il piccolino, non solo al genitore che ora piange disperato, è sfuggito di mano al mondo intero, che pretenderebbe di contenere l’umanità in recinti, in confini stabiliti da ragioni di stato.

Dicevamo della tenerezza…nascosta in fondo in fondo nell’animo di ciascuno, che fatica a risalire in superficie, per la quantità delle ragioni che la tengono da parte, le tante zavorre che vorrebbero far stare a galla l’ego dell’individuo … ecco un’immagine e la tenerezza risale di colpo in ciascuna persona che voglia guardare.

E si apprezza la tenerezza che ha avuto il mare…integro il piccolo nei suoi vestitini, solo di un pallore che non si vorrebbe mai vedere in un bimbo.

E non è il solo…chissà gli altri…no non vogliamo immaginare l’orrore…fa troppo male.

Wilma Vedruccio

4/settembre/2015

2 risposte a “QUALE BAMBOLOTTO SMARRITO”

  1. Si, è di una commozione trascinante ma non dimentichiamo che il piccolo ha terminato il suo ‘esame della vita’ e noi invece no: siamo ancora esaminandi. I più fortunati hanno capito che un problema va risolto a prescindere dalla cognizione della sua essenza ontologica. In altri termini. che uccidere i propri sumili p da bestie sotto qualunque Credo venga fatto.

  2. Carissima, hai fatto molto bene a segnalarmi questo tuo intenso, coinvolgente brano di prosa poetica su Aylan Kurdi…Siamo sulla stessa onda emotiva.Purtroppo, tutto, passa e ci attraversa velocemente.Dal 4 settembre sono morti ancora bambini, uomini, donne,in mare, nei bombardamenti, ma ancora non ci siamo TUTTI, veramente risvegliati…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *