LETTERINA A WILMA VEDRUCCIO alias Mitilo Salentino

Cara Wilma, ho finito di leggere “La casa del sale”. È come se mi fossi trovato davanti a un autore classico. Una lettura senza intoppi, scorrevole, animata da una sensibilità particolare: quella di dare un’anima a tutti gli esseri viventi, perfino alla cozza. Hai una rara sensibilità con tutto ciò che ricordi, che vedi, che senti. Spesso mi hai fatto commuovere. Ma la commozione non è pianto, ma bellezza. Con le tue storie fantastiche ho trascorso le mie notti insonni: le ho sorseggiate piano piano, come si fa con un bicchiere di vino di alto lignaggio. E quando mi piace un racconto, un romanzo, mi viene sempre la voglia di leggerli ad alta voce. Spesso questa esperienza l’ho fatta con i bambini in biblioteca. “La casa del sale” è uno dei migliori libri che ho letto da pochi anni a questa parte. Voglio dirti grazie con un saluto di cuore

Alfredo Romano

Questa voce è stata pubblicata in Pensieri in volo. Contrassegna il permalink.

5 risposte a LETTERINA A WILMA VEDRUCCIO alias Mitilo Salentino

  1. wilma scrive:

    L’amica Raffaella Verdesca scrive:” Condivido in pieno ogni tua sensazione e giudizio, Alfredo Romano. ‘La casa del sale’ è il salto d’attualità in ogni tempo, è un piccolo capolavoro del tempo, il tempo pettinato dai buoni sentimenti, lavato dalle impurità fatte di vuoto e di banalità, profumato di parole ricercate e semplici, unici lacci gentili abbracciati dalle emozioni.
    Mitilo Salentino, Wilma cara, sei stata programmata per non sbagliare neanche un colpo!”

  2. wilma scrive:

    L’amica Silvana Francone scrive:” E’ un capolavoro che “sorseggio” anch’io , lentamente per assaporare ad una ad una la musica delle parole che diventano emozioni,immagini, sapori e ti accarezzano come un venticello di primavera!Grande Wilma! Bellissima la recensione dell’amico Alfredo che restituisce integra la bellezza di questo libro!”

  3. wilma scrive:

    Io ringrazio tutti

  4. wilma scrive:

    L’amico Remo Macrì così mi scrive su facebook : “, La casa del sale, invece è una graziosa raccolta di brevissime storie che con pennellate sicure di un artista ci restituisce un Salento intimo e poetico. Piccole storie ma immediate, dove i personaggi sono creature umane ma anche animali di ogni specie e dove anche le pietre, i fiori il cielo ….. hanno la loro anima e ci parlano e si confidano al lettore”

  5. wilma scrive:

    e ancora :
    “La casa del sale è stata un susseguirsi di poesie a metrica libera e, la lettura è stata una una degustazione di versi sciolti. Ad ogni storia ho pensato-” questa è la più …… e poi passavo alla successiva. Potrebbero essere verseggiate!”
    Sempre da facebook, sempre Remo Macrì che ringrazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *