La casa del sale

IMG_1486183804627386 (1)

Questa voce è stata pubblicata in Pensieri in volo. Contrassegna il permalink.

Una risposta a La casa del sale

  1. Dora Elia scrive:

    Cara Wilma
    come va?
    Finalmente trovo il tempo di scriverti con calma, senza scadenze, sveglie, campane, lavori in sospeso o cene da fare.
    E’ già da un po’ che ho finito di leggere il tuo libro, ma per alcuni racconti che mi hanno colpito particolarmente è partita la rilettura, finita da poco nei miei giorni feltrini…
    che dirti, sei meravigliosa, leggerti è un regalo che fa bene all’anima, che ricorda al cuore tasselli di tempi e luoghi del passato e del presente e perchè no, del futuro
    hai una penna che lascia il segno, ci sono passaggi semplici e delicati che regalano bei respiri
    ho apprezzato la saudade (o malesciana!) che traspare da alcune righe, la caratterizzazione dei personaggi che sembravano conosciuti anche quando per me non lo erano e le storie…
    le storie sono importanti, l’uomo non esiste se non si sa raccontare.
    Spero di leggere molto ancora di te, per me che sto al di qua del mare è bello sapere del Salento da scrittura bella come la tua!!!
    Quello che ti scrivo è sentito, non te lo dico per piaceria…
    Già…il tempo per la scrittura sembra non essere mai buono, ma tu continua, magari senza pubblicare se non è possibile per questioni tecniche o economiche, condividendo con chi sa apprezzare il bel dire
    Forse non sempre è il momento giusto per trovare chi ti pubblichi, ma per scrivere è sempre il tempo buono, come per ascoltare e rispondere…
    beh, allora scrivi a intermittenza col vivere, dedica giorni alla penna e molti di più agli affetti…
    scusa, forse ho osato troppo, ma parlare del bello, in un mondo in cui fa eco solo il male, credo che sia un piacevole dovere
    tua Dora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *